A nome mio e di tutta l’associazione del COSP di Mazzano, voglio ringraziare tutte le persone che ci sostengono e che ci hanno sostenuto in queste settimane appena trascorse.

Dopo il nostro primo annuncio di richiesta di materiale siete stati in tanti a darci il sostengo, sia con materiale donato, sia con sostegno economico per affrontare le nuove spese e anche con messaggi di incoraggiamento che hanno portato forza e coraggio in tutti i volontari che si stanno prodigando nel portare soccorso a chi, in questi giorni difficili, si è trovato a combattere una battaglia con un virus invisibile ma che purtroppo ha segnato in modo indelebile le nostre vite.


Le offerte che ci sono giunte hanno contribuito a poter continuare il servizio di emergenza della nostra associazione mettendo in sicurezza i soccorritori. Senza il vostro aiuto avremmo dovuto interrompere per qualche giorno l’operatività sul territorio, in attesa di poter trovare nuovi canali di fornitori.


Personalmente mi sono emozionato nel vedere e sentire il grande calore di vicinanza e solidarietà della popolazione, delle aziende e delle amministrazioni di tutto il territorio a cui prestiamo la nostra opera.
Allego un elenco delle persone, istituzioni, aziende che ci hanno sostenuto. Mi scuso per questo “farvi notare” ma credo sia giusto rendere grazie pubblicamente a chi ci ha Aiutato. Mi scuso per tutte le persone, famiglie e aziende che mi sono dimenticato di inserire nell’elenco, non vogliatemene ma siete stati così tanti che, per alcuni, non siamo riusciti a prendere nemmeno un nome per potervi ringraziare pubblicamente.


Ancora da parte mia e di tutta l’Associazione GRAZIE.

Fam. COSTA-VELLARI
Pizzerie Piccola Primavera & Primavere
CAVAGNA GROUP S.p.A - Div. Omeca
COMUNE DI MAZZANO
COMUNE DI REZZATO
Cassa Centrale ROSSETTO (Dipendenti)
Fam. Comelli Giancarlo
Lattoneria Dora Botticino (Dora Matteo)
CS Abrasivi
Mauro Saiani
Brixia Estintori
BONOMI INDUSTRIES
Fulvio Berardi
Alfa Acciai
Treccani Luigi e Treccani Paola
Annalisa
Ferrari Renato e tutto il PD Mazzano
Azienda GESM
COMECA
Bruccoleri Alexsander e Vella Mirella
Il Fondo Sant’Arcangelo Tadini di Botticino
ACI BRESCIA
Colosio Presse
aiutiAMObrescia - Fondazione Comunità Bresciana
AREU - Fondazione Comunità Bresciana
GESM
Marco Cavagni
Gel Garda - Food Passion
Compagno Ragnoli Kristiana
DTM
Azienda Zerbini
Rothmann Group
BLS SrL
Il Nuovo Forno
Don Peppino
Vignoni Cesare
Attanasi Armando
Simone Sgotti con la raccolta DIAMO RESPIRO A BRESCIA (GOFUNDME)
Paolini Massimo e Bulgaro Silvia
Beschi Pier Luigi e Corvi Patrizia
COCCOLI CALZE
BTL
Alpini di Molinetto
Macchine per calze Busi Giovanni

Segnaliamo questo link della campagna organizzata dal signor Sgotti Simone.

https://www.gofundme.com/f/diamo-respiro-a-brescia?utm_source=customer&utm_medium=copy_link-tip&utm_campaign=p_cp+share-sheet

 

"Ringrazio tutti quelli che hanno avuto fiducia in me e nell'iniziativa l'intento era, oltre al raccogliere fondi in un momento di bisogno, quello di dare un senso di comunita', di socialità che sempre più spesso tende ad essere dimenticato..ed invece ho potuto vedere un bel gruppo di persone agire, rapportarsi ed essere presenti e questo è stato molto bello.
Quindi, Grazie ai compaesani e non che hanno aderito e al gruppo facebook “sei di Mazzano se...”da cui tutto è partito."

Simone Sgotti

 

Le donazioni che verranno effettuate su questa piattaforma verranno versate alla nostra associazione durante questa fase di emergenza.

Il ricavato verrà in parte utilizzato per acquistare materiale di protezione DPI e in parte donato alle realtà del territorio.

Le donazioni ricevute sono visibili alla pagina ufficiale della raccolta fondi, visibili all'indirizzo sopra.

Fino ad oggi sono stati caricati sul conto intestato all'associazione tre bonifici che riportiamo sotto.

 

Data contabile Data valuta Importo
01/04/2020 31/03/2020          33,48 €
31/03/2020 30/03/2020    3.110,35 €
31/03/2020 30/03/2020       158,96 €
Totale     3.302,79 €

 

Ricordiamo che la differenza tra il totale raccolto, visibile sulla pagina della raccolta, e quello indicato sui bonifici è dovuto alla percentuale trattenuta dalla piattaforma GOFUNDME.

Come donare

Puoi aiutarci la nostra associazione tramite bonifico bancario.
Codice IBAN: IT05O0867654760000000202266

Ti ricordiamo che tutte le donazioni tramite bonifico sono detraibili.

Parte la raccolta fondi per l’acquisto di una nuova ambulanza.

Una nuova ambulanza sul territorio di cui è prevista la consegna a giungo 2021, questo è l’ambizioso obiettivo che il COSP di Mazzano vuole condividere con tutta la popolazione, perché una nuova ambulanza attrezzata sul territorio è un beneficio per tutta la collettività.

La nostra Associazione si sta muovendo in varie direzioni, i fondi da raccogliere sono considerevoli, ci rivolgiamo ai cittadini, ma anche ad aziende ed istituzioni private.
La prima occasione per sostenere la raccolta fondi con una donazione è attraverso il portale di GOFOUNDME. Non è però l'unico mezzo con cui è possibile sostenerci.

E' infatti possibile effettuare un’offerta tramite bonifico bancario, conto corrente postale o recarsi direttamente presso la nostra sede in via Mazzini 99/101 a Molinetto di Mazzano (BS) (in questo caso vi verrà immediatamente rilasciata una ricevuta).

Bonifico bancario: Banca di Credito Cooperativo Colli Morenici del Garda

IBAN: IT05O0867654760000000202266

Causale: DONAZIONE PER AMBULANZA

Conto corrente postale: 13994256
Intestato a: CENTRO OPERATIVO SOCCORSO PUBBLICO

Causale: DONAZIONE PER AMBULANZA

Ricordiamo a tutti che le donazioni possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi. Per potere essere effettivamente deducibili le erogazioni liberali in denaro devono essere obbligatoriamente effettuate tramite banca, ufficio postale, carte di debito, di credito o prepagate, assegni bancari e circolari.

Nessuno di nostri incaricati o volontari passerà “porta a porta”, invitiamo quindi a diffidare da qualsiasi soggetto si presenti con questa scusa.

All’interno della pagina Facebook troverete informazioni aggiornate sullo stato di avanzamento del progetto.

Adotta Un'AMBULANZA… insieme siamo più forti e più vicini alla realizzazione dell’obiettivo.

Con la Riforma del Terzo Settore e il Codice Unico Terzo Settore vengono introdotte una serie di nuove regole che riguardano la fiscalità in favore di donatori di denaro e beni agli Enti di Terzo Settore (ETS).

È stato infatti stabilito che per le persone fisiche le donazioni in denaro e in natura sono detraibili al 30% fino a un tesso massimo pari a 30.000 euro per ciascun periodo di imposta. I Tale limite si alza fino al 35% quando la donazione va a sostenere organizzazioni di volontariato. In alternativa le donazioni (sempre sia in denaro che in natura) sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato.

Allo stesso modo esistono vantaggi riservati a enti e aziende quando queste effettuino donazioni in denaro o natura deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato. A questo proposito viene eliminato il limite di 70.000 euro annui previsto dalla precedente normativa. Se la deduzione supera il reddito complessivo netto dichiarato l’eccedenza può essere dedotta fino al quarto periodo di imposta successivo.

Le nuove regole sono applicabili dal 1 gennaio 2018 da parte di Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale, Onlus. Per gli altri Enti di Terzo Settore sono applicate dalla data in cui l’iscrizione al Registro Unico nazionale del Terzo Settore verrà effettuata.

Derrate alimentari, prodotti farmaceutici e altri prodotti non vengono più inquadrati come ricavi se ceduti a Enti del Terzo Settore (con riferimento alla legge 166/16 sulla donazione e distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi).

Esistono quindi numerosi vantaggi per i donatori che possono usufruire di diverse modalità di risparmio fiscale, godono di una riduzione dell’impatto delle imposte sulle donazioni, riducono l’imponibile con la deduzione e direttamente l’imposta con la detrazione. Deduzioni e detrazioni possono essere vincolate a tetti massimi percentuali o assoluti.

tasse

Fonte CSV Lombardia